venerdì 31 agosto 2007

Apple accusata per la violazione dell'"Americans With Disabilities Act"


Apple viene accusata da due donne disabili statunitensi, Nicole Brown-Booker e Jana Overbo, dal momento che non osserva la legge federale "Americans With Disabilities". L'accusa è composta da 17 pagine, ed è stata deposta presso il distretto della California del Nord. Le donne non denunciano direttamente gli Apple Store, bensì il mobilio utilizzato, denunciano i tavoli su cui sono posizionati i computer, definendoli troppo alti, così come il banco del Genius Bar, dicendo che i dipendenti di casa Cupertino devono fare il giro del banco per portare a termine l'operazione di pagamento. Le donne hanno chiesto di essere tenute in considerazione almeno al prossimo restyling.

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page